Marco Valeri

4 lezioni di vita dei monaci buddisti Shaolin

  • Autore: Marco Valeri
  • Pubblicato il: 01-02-2024
  • Ultima modifica: 08-04-2024
  • Commenti: 0

I monaci buddisti Shaolin sono tra le persone più disciplinate al mondo.

Ci sono 4 concetti molto importanti nella loro filosofia che se attuati possono portare cambiamenti significativi ed immediati nella tua vita.

Per scoprire di cosa si tratta hai bisogno di due cose:

  1. leggere questo articolo fino alla fine
  2. avere una mente aperta

 

Se riuscirai a fare questo, significa che la tua attenzione è decisamente superiore alla maggior parte delle persone che sono atterrate su questa pagina,

che stai cercando di fare qualcosa di importante e significativo della tua vita (altrimenti non saresti attratto dagli insegnamenti buddisti),

che se farai tue le regole dei monaci Shaolin, potrai migliorare la tua vita drasticamente.

 

 

I monaci buddisti Shaolin

Ho incontrato il buddismo di Nichiren Daishonin nella mia vita quando avevo 30 anni. Una mia amica mi portò un giorno a fare Daimoku, una pratica buddista presso la Soka Gakkai che ha centri in tutto il mondo.

Così come avevo raccontato nel mio articolo Cambiare vita a 30 anni, la mia esistenza all’epoca era un vero e proprio disastro, ero completamente perso nei miei problemi e non sapevo che direzione dovevo dare alla mia vita.

Da quel giorno sono cambiate tantissime cose.

Grazie alla pratica buttista ho imparato come canalizzare meglio le mie energie,

ho appreso che quando facciamo qualcosa di buono segue qualcosa di migliore nella nostra vita,

così come il contrario, quando abbiamo un’attitudine negativa attiriamo solo negatività nelle nostre giornate,

e che se vogliamo possiamo cambiare il nostro destino, realizzando i nostri obiettivi e diventando una versione migliore di noi stessi.

 

Per me il buddismo è una vera e propria filosofia di vita e da quel giorno ho continuato a voler esplorare i suoi concetti, dato che quest’ultima religione ha tantissimi rami.

Sono così finito a leggere i libri di Thich Nhat Hanh, legato al buddismo Zen, che ho avuto modo di toccare con mano nei diversi gruppi di meditazione che ci sono a Londra, città dove vivo oggi, ispirati da questo monaco che ha influenzato milioni e milioni di persone.

Data la mia passione per le arti marziali, ho incontrato nel mio cammino di vita anche gli insegnamenti dei monaci Shaolin. Quando ero ancora a Roma, per un anno feci un corso di kung fu, ed in questi ambienti i monaci shaolin sono dei modelli da seguire.

 

Ti chiedo ancora un po’ di pazienza e di rimanere con me fino alla fine di questo articolo.

Infatti, prima di parlarti di 4 concetti importanti di questi eremiti, ho il dovere di dirti chi sono e come sono arrivati a noi i loro insegnamenti.

 

Chi sono i monaci buddisti Shaolin?

Monaci Buddisti Shaolin: chi sono? I monaci buddisti Shaolin sono dei monaci buddisti cinesi.

Il primo monastero shaolin risale al V secolo d.C., in Cina, ai piedi del Monte Santo Song Shan, nel quale arrivò il monaco Bodhidharma, persona chiave per questa corrente dato che diede vita al Buddismo Zen, basato sulla meditazione, le arti marziali e la disciplina.

 

I monaci in questo tempio facevano una vita semplice, lontana da ogni genere di lusso, basata su un’alimentazione sana.

Sono conosciuti come le persone più disciplinate al mondo per via di tre importanti fattori, la meditazione, le arti marziali e l’avere una giornata organizzata per portare a termine tutti i dovuti impegni.

 

Il termine Shaolin si traduce con Giovane Foresta. All’epoca, il compito dei monaci era quello di proteggere il tempio che, grazie al loro impegno, coraggio e disciplina, è arrivato fino ai nostri giorni intatto.

Se pensi di fare un viaggio in Cina puoi andare a vedere con i tuoi occhi il Monastero Shaolin.

 

Infatti i monaci Shaolin praticavano un tipo di kung fu che è ancora conosciuto come Shaolin kung fu, disciplina che gli permetteva di proteggere il loro tempio dagli attacchi esterni.

 

4 lezioni dei monaci buddisti Shaolin

Ci sono 4 insegnamenti chiave nella disciplina di questi eremiti che possono cambiare la tua vita decisamente in meglio, vediamoli in questo paragrafo.

 

1 - Prenditi cura della tua mente e del tuo corpo

La tua salute viene prima di tutto.

I monaci buddisti Shaolin vivevano una vita semplice, mangiavano cose naturali, ed erano costantemente alla ricerca dell’equilibrio tra corpo e mente grazie alla meditazione, allo studio e alle arti marziali.

Questo stile di vita gli permetteva di essere sempre in una forma fisica ottimale, di avere uno stato mentale forte, e li metteva nella condizione di portare avanti le loro rigorose giornate anche nei momenti più difficili.

Prenditi quindi cura della tua mente e del tuo corpo, vivere uno stile di vita sano ti permette di avere la giusta energia per far fronte alla tue giornate, di superare i momenti più difficili e di vivere una vita felice.

 

2 - Le cose materiali non ti renderanno felice

Le cose materiali non ti renderanno felice.

I soldi ti aiutano a vivere bene nella società di oggi e ad accedere a determinati privilegi, ma se lavori solo per loro, non sarai mai felice.

La tua serenità mentale, così come la tua voglia di vivere, non sarà mai determinata dalla somma che hai in banca,

dall’acquisto di una nuova macchina,

dall’indossare capi costosi,

dal vivere nel lusso più sfrenato.

 

I monaci Shaolin facevano una vita semplice, lontana dai lussi, che gli permetteva di essere felici per quello che avevano, e di rimanere concentrati sull’importanza della loro esistenza.

 

Se lavori per avere più cose materiali, o solo per esse, non sarai mai felice e finirai per ammalarti.

Se lavori per scoprire la tua missione nella vita, se ogni giorno dai il massimo per una tua passione, allora troverai davvero la felicità.

 

3 - Le abitudini giornaliere sono la chiave per realizzare i tuoi obiettivi

Meditare, prendersi cura del tempio, allenarsi ogni giorno in un’arte marziale molto intensa come il kung fu, richiedeva un forte impegno.

Come facevano i monaci Shaolin ad avere tutta quella disciplina?

Le loro abitudini giornaliere erano la chiave del loro successo, che in quegli anni era legato alla salvaguardia del tempio e della loro integrità fisica e mentale.

 

Oggi i tempi sono decisamente cambiati, ma questo concetto rimane valido più che mai.

Scegli il tuo obiettivo di vita, di realizzare un’ambizione che ami per davvero, di fare quello che hai sempre sognato.

Imposta una mappa da seguire realistica per portare a termine questo tuo intento di vita.

Una volta fatto ciò, apprendi dai monaci Shaolin, cambia le tue abitudini giornaliere affinché queste ti portino a realizzare la vita che hai sempre voluto.

Se, ad esempio, vuoi diventare un programmatore, trova uno spazio giornaliero in cui studiare, ogni giorno, con devozione se è quello che vuoi, fino a quando non avrai raggiunto il tuo obiettivo.

 

4 - Impara a fermarti

Come abbiamo visto, le loro giornate erano basate sulla meditazione, su una sana alimentazione e sull’allenamento intenso del kung fu.

Questo permetteva ai monaci di essere molto forti e sempre pronti a difendere il tempio che è riuscito ad arrivare intatto fino ai nostri giorni.

Ma c’è un altro ingrediente che permetteva a questi eremiti di avere uno stile di vita sano, ovvero riposare.

 

Infatti, secondo gli stessi monaci Shaolin, chi di loro si faceva male perché si spingeva oltre il limite, senza ascoltare il proprio corpo e la propria mente, non era un bravo guerriero.

Chi aveva un infortunio perché osava troppo e si spingeva oltre le proprie possibilità, non poteva più difendere il tempio dagli attacchi esterni, e quindi non poteva più portare a termine questa importante missione, anche se in modo temporaneo.

 

Tornando ai giorni d’oggi, all’era in cui finiamo spesso in burnout, ovvero ci facciamo venire un esaurimento perché lavoriamo troppo e chiediamo più del possibile al nostro corpo e alla nostra mente, la disciplina Shaolin ci lascia un grande insegnamento.

 

Lavora ai tuoi obiettivi di vita, fallo tutti i giorni, seguendo una routine che ti permetterà di vincere la tua battaglia, ma impara anche a fermarti, a prenderti delle pause, a rilassarti, solo così potrai far riposare la tua mente e il tuo corpo, evitando esaurimenti e nei casi più estremi di ammalarti.

 

Riposati, trova il giusto equilibrio, solo così riuscirai ad arrivare lontano, dove vuoi e dove è la tua felicità.

 

A presto.

 

Monaci buddisti Shaolin
Photo by Jesuu Nim on Unsplash

Lascia un commento

Per maggiori informazioni consulta la Privacy Policy

0 commenti